La villa romana di Monna Felice è ubicata nel comune di Civitavecchia, prende il suo nome dall’omonima località. La costruzione si trova su di un piccolo promontorio e copre un’area di circa 3000 Mq. La villa ha una pianta rettangolare (21m x 50m) e dallo scavo effettuato (O.Toti, 1965) risulta essere suddivisa internamente da sedici stanze. Le mura perimetrali sono costruite con grandi blocchi quadrati di pietra arenaria (localmente conosciuta come scaglia) su cui a volte poggiano delle mura in blocchi più piccoli. Lo spessore delle mura è circa 50cm e le pareti     internamente erano intonacate. I pavimenti erano di tre tipi, opus signinum (cocciopesto) e opus tassellatum per la cucina e l’ambiente termale (tepidarium e calidarium), lastre di pietra arenaria per il frantoio delle olive (torcular olearium) e terra battuta per le stalle (cavalli e bovini). Alcune mura sono in opus caementicium e opus quasi reticolatum il che pone la datazione di questa villa rustica tra il I sec A.C. e il I sec.D.C. nelle vicinanze è presente una cisterna ipogea che tramite dei canali scavati nella roccia veniva riempita dall’acqua piovana. Una strada collegava la villa alla vicina via Aurelia e alla statio di Algae provvista di un porto commerciale. Dopo lo scavo, i ruderi dell’ edificio furono interrati per proteggerli, ma con l’intenzione di effettuare un restauro che non è mai avvenuto.



       


Rollover Button Generator by Free-Buttons.org v2.0