Nel comune di Civitavecchia è presente una piccola collina (altitudine 215 m s.l.m) denominata Poggio Sferracavallo. Questa collina fu modificata artificialmente per la costruzione di una villa romana. La villa confina a Nord-Ovest con le vicine terme di Acque Tauri e a Sud con le terme Taurine (conosciute anche come terme di Traiano). La struttura fu scoperta nel 1939 da S.Bastianelli e subì una serie di ricognizioni fino al 1987 dalla sovrintendenza S.A.E.M. La pianta perimetrale della costruzione è   quadrata di 14 m di lato e occupa un’area di circa 2000 mq.  Mura a secco in grandi blocchi di pietra arenaria (tipo Macigno) sono le fondamenta su cui fu edificato l’edificio.
Sul lato ovest è presente una scala gradinata che porta ad un seminterrato mai scavato. Sul lato nord le mura perimetrali presentano un basamento semicircolare (forse un’abside). Sul terreno era presente una macina olearia e una piccola vasca di raccolta in pietra arenaria locale (detta Scaglia). Il rilevamento superficiale mostra frammenti fittili di tegole, ceramica campana a vernice nera, ceramica sigillata italica e chiara. Possiamo dire che si tratta di una villa rustica abitata con continuità dal I sec.A.C. al V sec.D.C.



             






       


Rollover Button Generator by Free-Buttons.org v2.0