La necropoli etrusca di “Grottini di Rota” è ubicata sulla linea di confine tra i comuni di Tolfa e Canale Monterano, ai piedi di Monte Seccareccio, in corrispondenza del Km 39 della strada Braccianese-Claudia      (3 Km a S-E del borgo medioevale di Rota). Le tombe furono scavate su di un pianoro tufaceo e dovevano essere circa venti, sennonché tra gli anni cinquanta e sessanta il poggio tufaceo fu adibito a cava e questo comportò una parziale distruzione della necropoli, cosicché oggi ne restano soltanto dieci. La tipologia di tombe è ipogea a singola camera (area interna circa 2.5 x 2 m) con soffitto spiovente e due letti scolpiti (lunghezza circa 155 cm) a forma di banchetto cerimoniale con intarsiato un semicerchio, esternamente è presente un breve (2 m) e stretto corridoio (dromos). Esiste poi una tomba rupestre definita a semi dado con una scalinata di accesso che porta a una camera unica. Una di queste tombe fu trovata intatta in epoca moderna e fornì un importante corredo funerario tra cui una serie di diverse tipologie di buccheri (coppa, kyathos e kantharos). La necropoli in base alle due tipologie di tombe può essere datata tra il VI-V sec.A.C. ed era probabilmente connessa con l’acropoli etrusca delle vicine terme di Stigliano. Una seconda ipotesi di uno storico locale (G.Cola) tenendo conto delle altre necropoli etrusche vicine ai Grottini (Pian Santi,Pian Conserva,Pian Cisterna, Ferrone e Monte Seccareccio) suppone che l’acropoli fosse su di un pagus (poggio fortificato) su cui nel medioevo fu edificato il castello di Rota. La tipologia architettonica delle tombe (simile a quella della necropoli del Ferrone) fa supporre una connessione con gli etruschi di Canale Monterano invece che con quelli dei monti della Tolfa. L’ipotesi è anche suffragata dal fatto che lungo la riva del fiume Mignone, che scorre nelle vicinanze dei Grottini, è presente un altare rupestre. Quest’ altare scavato nel tufo e costituito di una scalinata che presenta sulla sommità un foro cilindrico é di tipologia simile ad un secondo esemplare presente nel territorio di Manziana.
     


       


Rollover Button Generator by Free-Buttons.org v2.0