Nel comune di Civitavecchia nei pressi delle terme Taurine o di Traiano, adiacente una cava di sassi, è presente un’antica torre conosciuta col nome di campanile di S.Egidio. In verità si tratta dei resti visibili della chiesa di S.Giulio risalente al 1300 D.C. e appartenuta all’ Ordine Templare. Oggi resta visibile soltanto il campanile (in origine alto 12 m) le cui dimensioni sono di 7 x 4 x 4 m, mentre le poche mura rimaste furono interrate dopo uno scavo archeologico eseguito prima da Salvatore Bastianelli e successivamente da Odoardo Toti nel 1954 (in tale occasione la torre fu restaurata), la pianta della chiesa era di 10 x 20 m. L’edificio era una chiesa rurale a singola navata con un’abside opposta all’entrata adibita ad altare  e si trovava sul tratto della via Francigena (perché portava i pellegrini a Roma partendo dalla Francia) che passando da Viterbo e Vetralla congiungeva Civitavecchia a Tolfa. La chiesa fu confiscata ai templari nel 1309 D.C. a causa del loro processo e da documenti antichi sappiamo che già nel 1356 D.C. era definita un rudere.


       

 


Rollover Button Generator by Free-Buttons.org v2.0